5 oggetti da cucina mal riposti e le soluzioni per evitare che si rovinino
Rating 3 Voti

Nell’organizzazione di una cucina è importante, oltre ad avere lo spazio adeguato, anche avere una sistemazione funzionale. Molto spesso, però, può capitare di conservare alcuni attrezzi nel modo più sbagliato. Oggi vi elenchiamo 5 oggetti da cucina mal riposti e le soluzioni per evitare che si rovinino.

Bicchieri di vino: il dilemma per antonomasia è “i bicchieri vanno messi a faccia in su o in giù?”. La risposta è a faccia in su. Il motivo è molto semplice: se i bicchieri appoggiano sulla base, ovvero la parte più resistente, il rischio che si rovinino è molto più basso.

Spezie: sebbene le composizioni cromatiche che vanno da una sfumatura all’altra siano meravigliose, usare questo criterio per disporre le spezie non è il metodo migliore. È preferibile invece posizionarle per frequenza di utilizzo, mettendo davanti quelle che usiamo quotidianamente e dietro quelle che usiamo di rado.

Coltelli: molti di noi conservano i coltelli in un cassetto, non curanti del rischio a cui vanno incontro. È molto probabile, infatti, rischiare di farsi male mentre si prende un coltello. Un buon compromesso è posizionare una barra dotata di calamita e appendere ogni coltello singolarmente, con la lama rivolta verso l’alto. Ancora meglio sarebbe avere a disposizione un ceppo.

Pentole di ghisa: riporre le nostre pentole di ghisa dopo l’utilizzo in un armadietto è la soluzione più rapida ma occorre mettere, tra una e l’altra, un tovagliolo di carta o un pezzo di carta assorbente. Grazie a questo piccolo accorgimento riusciremo a far durare le nostre pentole più a lungo, scongiurando anche il rischio di ruggine.

Teglie: posizionare le teglie in senso verticale anziché orizzontale non solo ci fa risparmiare spazio ma ci permette anche di prendere subito la teglia di cui abbiamo bisogno senza dover spostare le altre.