Ecco che cosa mangeremo nel 2018!

Ecco che cosa mangeremo nel 2018! - Foto 1Quarto pasto principaleEcco che cosa mangeremo nel 2018! - Foto 2InsettiEcco che cosa mangeremo nel 2018! - Foto 3Fiori Ecco che cosa mangeremo nel 2018! - Foto 4RadiciEcco che cosa mangeremo nel 2018! - Foto 5Piatti giapponesi più corposiEcco che cosa mangeremo nel 2018! - Foto 6FunghiEcco che cosa mangeremo nel 2018! - Foto 7Pane tradizionaleEcco che cosa mangeremo nel 2018! - Foto 8Proteine vegetaliEcco che cosa mangeremo nel 2018! - Foto 9TacosEcco che cosa mangeremo nel 2018! - Foto 10Street food indiano
Ecco che cosa mangeremo nel 2018!
Rating 1 Voto

Alla fine del 2017 manca poco meno di 20 giorni ma sappiamo già quali saranno i food trend più particolari del 2018, grazie allo studio della società Waitrose sulle tendenze culinarie in arrivo.

Ecco le più particolari:

Pane tradizionale: dopo anni in cui abbiamo sperimentato diversi tipi di pane realizzati con altrettanti tipi di farine, nel 2018 si torna al pane tradizionale. Fatta eccezione, ovviamente, per i
celiaci e gli intolleranti al glutine.

Radici: se per molto tempo siamo stati abituati a rimuovere le radici e i gambi degli alimenti, nel 2018 inizieremo a utilizzarli, seguendo l’esempio degli chef, per prevenire lo spreco del cibo.

Street food indiano: la cucina indiana, già molto amata, spopolerà a tal punto che si moltiplicheranno le proposte street food in tema.

Proteine vegetali: nel 2018, più che mai, le proteine vegetali saranno protagoniste sulle tavole di vegetariani, vegani e onnivori. Le più apprezzate saranno alghe e legumi.

Piatti giapponesi più corposi: se, attualmente, andare a mangiare al ristorante giapponese significa cenare in modo leggero – basti pensare all’apporto ipocalorico della zuppa di miso e del sashimi – nel 2018 la faranno da padrona i piatti più sostanziosi della cucina giapponese. Via libera, quindi, a noodles di carne, pollo allo spiedo e tofu fritto.

Quarto pasto principale: ebbene sì, il nostro stile di vita frenetico ci potrebbe portare a consumare un quarto pasto giornaliero. Perché? Il motivo sarebbe la cronica mancanza di tempo per gustare un pasto intero. La collocazione oraria dipenderebbe dalle attività, abitudini e stile di vita di ognuno.

Insetti: larve, vermi, cavallette e altri insetti potranno comparire sulle nostre tavole. Dal 1 gennaio verrà infatti applicato il nuovo regolamento UE sui novel food, in cui rientrano anche gli insetti.

Funghi: alimento molto presente nella tradizione culinaria del Bel Paese, nel prossimo futuro potremo assumere i funghi anche sotto forma di bevande calde e infusi, per ampliarne gli effetti benefici sul nostro organismo.

Fiori: Sempre più spesso aromi floreali quali l’ibisco, la rosa, lavanda e altri saranno utilizzati nella preparazione di cocktails e piatti per sapori sempre più particolari.

Tacos: Fino a oggi abbiamo associato i tacos alla cucina messicana, ma nel 2018 assisteremo a una vera e propria rivoluzione food. I tacos, infatti, saranno tra i protagonisti culinari più indiscussi del nuovo anno e verranno impiegati in molteplici soluzioni anche nella cucina mediterranea.