Chi dorme bene vive meglio. Ecco 10 vantaggi per la salute
Rating 4 Voti

Dormire il giusto numero di ore a notte, solitamente tra 7 e 8, è uno dei modi migliori per fare il pieno di energie e cominciare la giornata alla grande. Oltre a questo, però, ci sono tante altre ragioni per osservare un giusto ritmo circadiano. Ecco i 10 motivi per avere un buon sonno, aiutandoci anche con alcune ottime abitudini.

1) Mangiare la giusta quantità di calorie: un ritmo sballato di sonno e veglia causa il malfunzionamento degli ormoni che regolano l’appetito, andando a sollecitare la produzione di grelina – ormone che stimola la fame – e riducendo la quantità di leptina, che induce la sazietà.

2) Mantenere il peso forma: se si osserva un buon sonno ci si sentirà più riposati. Al contrario, non dormendo regolarmente si avrà la tendenza a consumare cibi ricchi di grassi e zuccheri, aumentando l’insorgere di problemi quali l’obesità.

3) Aumentare la capacità di concentrazione e il rendimento sul lavoro: dopo un sonno ristoratore, il cervello raggiunge la massima performance grazie a una memoria migliore e all’attitudine per il problem-solving. Invece, se si dorme male, il giorno successivo il cervello sarà affaticato e rallentato.

4) Prevenire il rischio di infarti e malattie cardiache: dormire bene è un ottimo modo per prevenire le malattie cardiovascolari in quanto, durante il sonno, vengono prodotte delle molecole che proteggono il cuore.

5) Migliorare le prestazioni sportive: se si ama praticare degli sport, a qualsiasi livello di capacità e allenamento, il buon sonno è un ottimo alleato in quanto favorisce il giusto intervallo per la rigenerazione dei tessuti dopo l’attività sportiva. Attenzione però a non fare sport dopo le 21 perché si potrebbe far fatica ad addormentarsi.

6) Mantenere il giusto livello di zuccheri nel sangue: tra le molteplici funzioni del sonno non si può dimenticare quella che si occupa di gestire gli zuccheri nel sangue. L’organismo di chi dorme poco non riesce a sviluppare ottimamente questa capacità, portando a un rischio più elevato di comparsa del diabete di tipo 2.

7) Allontanare il rischio di depressione: è stata dimostrata una correlazione tra i disturbi di depressione e una scarsa qualità del sonno. Dormire per 7 o 8 ore, invece, previene o allontana i problemi di questa natura.

8) Prevenire o rallentare la formazione di infiammazioni: se si ha l’abitudine di dormire bene, il cervello produce degli ormoni che rallentano il rilascio di cellule infiammatorie, proteggendo l’organismo.

9) Ottimizzare le difese immunitarie: dormendo 8 ore a notte si migliorano le difese immunitarie, in particolar modo quelle che combattono i malanni di stagione.

10) Avere una vita sociale soddisfacente: un buon ritmo sonno-veglia influenza anche la qualità dei rapporti con le altre persone. Il risultato è una maggiore disinvoltura nelle interazioni con gli altri e una maggiore empatia.