3 motivi per non tenere il cellulare sul tavolo quando si mangia
Rating 0 Voti

Tenere il cellulare sul tavolo durante i pasti fa ingrassare. Non è una storia inventata dai sostenitori del galateo 2.0, ma il risultato di varie ricerche scientifiche.
Certo, l’educazione prevederebbe che quando si è tavola in compagnia il telefonino andrebbe dimenticato, ma, a parte il bon ton, quest’indicazione andrebbe rispettata anche per i pasti solitari, se non si vuole attentare alla propria linea.

Scorrere la posta, controllare i social network, le chat e pubblicare continuamente foto dei piatti su Instagram porta a mangiare e a ingrassare di più. Secondo diversi studi, protratti per alcuni anni, il cellulare sul tavolo (o in mano) quando si mangia influisce negativamente sui pasti, attraverso vari modi di cui è bene essere informati.

1) Calorie extra. Utilizzare il cellualre durante i pasti impedisce al cervello e allo stomaco di distinguere la sazietà dalla fame, per cui si assumono quantità di cibo maggiori rispetto al reale appetito e molte pià calorie. Per questo è molto più raccomandabile assaporare i singoli bocconi con calma, concentrandosi sulle sensazioni del cibo e di sazietà.

2) Più cibi grassi. Secondo i risultati di uno studio condotto tra Brasile e Olanda, l’utilizzo dello smartphone durante i pasti fa aumentare fino al 15% l’apporto calorico medio e, in particolare, del 10% il consumo di cibi grassi.

3) Più stress, più chili. L’utilizzo continuo (e un po’ ossessivo, ammettiamolo) del cellulare durante i pasti non permette alla vista e al cervello di rilassarsi, anzi, il telefono è una fonte costante di stimoli e sovraeccitazione: questo causa stress all’organismo e un aumento del cortisolo. Quest’ultimo, che è infatti chiamato “ormone dello stress”, stimola la fame e favorisce i picchi di glicemia, che se non vengono convertiti in energia, si trasformano in grasso.