Pancia piatta, ecco cosa mangiare: 5 cibi da preferire e 5 da evitare

Pancia piatta, ecco cosa mangiare: 5 cibi da preferire e 5 da evitare - Foto 1AsparagiPancia piatta, ecco cosa mangiare: 5 cibi da preferire e 5 da evitare - Foto 2CetrioliPancia piatta, ecco cosa mangiare: 5 cibi da preferire e 5 da evitare - Foto 3PescePancia piatta, ecco cosa mangiare: 5 cibi da preferire e 5 da evitare - Foto 4Tisana di finocchioPancia piatta, ecco cosa mangiare: 5 cibi da preferire e 5 da evitare - Foto 5ZenzeroPancia piatta, ecco cosa mangiare: 5 cibi da preferire e 5 da evitare - Foto 6Cibi frittiPancia piatta, ecco cosa mangiare: 5 cibi da preferire e 5 da evitare - Foto 7CipollaPancia piatta, ecco cosa mangiare: 5 cibi da preferire e 5 da evitare - Foto 8LatticiniPancia piatta, ecco cosa mangiare: 5 cibi da preferire e 5 da evitare - Foto 9LegumiPancia piatta, ecco cosa mangiare: 5 cibi da preferire e 5 da evitare - Foto 10Bevande gasate
Pancia piatta, ecco cosa mangiare: 5 cibi da preferire e 5 da evitare
Rating 16 Voti

Il gonfiore addominale, oltre a essere un inestetismo diffuso a causa della vita sedentaria, può essere anche sintomo di qualche disturbo a livello gastro-intestinale. Ecco una lista di 5 cibi da preferire e 5 da evitare per avere finalmente la pancia piatta dei vostri sogni.

Tra i cibi da preferire si possono trovare:

1) Asparagi, che contengono ben il 95 % di acqua e sono ottimi alleati nella lotta alla ritenzione idrica. Inoltre la loro azione drenante allieva la sensazione di pesantezza e migliora il tono dell’umore.

2) Cetrioli, anch’essi col 95% di acqua ma contengono anche potassio, vitamine e sali minerali fondamentali per il buon funzionamento del corpo e lo smaltimento dei liquidi in eccesso.

3) Pesce, i cui grassi omega-3 lo rendono un cibo molto facile da digerire senza alcun rallentamento a livello gastro-intestinale. Inoltre, contiene anche grassi monoinsaturi, che aiutano a gestire il livello di colesterolo.

4) Tisana di finocchio, che contrasta la fermentazione durante la fase di digestione e, quindi, allontana disturbi quali la sindrome da colon irritabile.

5) Zenzero, spezia orientale che ha proprietà antinfiammatorie e duplice azione digestiva e carminativa (ovvero assorbe aria da stomaco e intestino velocizzando il transito del cibo).

 

Al contrario, gli alimenti da cui stare alla larga sono:

1) Cibi fritti, con una grande quantità di grassi che rallentano ulteriormente la digestione e vanno a sovraccaricare il lavoro dell’apparato gastro-intestinale.

2) Cipolle, che incentivano la formazione di gas intestinali provocando disturbi quali meteorismo e crampi. Nei casi più delicati possono anche causare gastriti.

3) Latticini, che causano intolleranza al lattosio e disturbi a stomaco e pancia nonché dolori. Per ovviare al problema e se non si riesce a fare a meno dei formaggi, meglio preferire quelli stagionati come il Grana Padano.

4) Legumi che, nonostante siano tra gli alimenti più sani ed equilibrati, portano la pancia a formare una grande quantità di aria. Per evitare questo effetto collaterale, sarebbe meglio consumarne pochi e regolarmente, ma non troppo spesso – 1 volta a settimana è più che sufficiente.

5) Bibite gasate che, al contrario di quanto si pensa, non sono un valido aiuto dopo una mangiata importante perché favoriscono la digestione, anzi. La realtà è che non fanno altro che gonfiare lo stomaco a causa dei gas al loro interno.