Ecco cosa è il pomelo e 5 motivi per cui fa bene mangiarlo
Rating 7 Voti

Tra i cibi che stanno diventando di tendenza c’è il pomelo. Nonostante il nome possa far pensare a qualche parente della mela, si tratta invece di un grosso agrume di origini asiatiche. Prodotto dall’albero Citrus maxima o Citrus grandis, il pomelo (che è anche il nome comune della pianta) è conosciuto anche con i nomi di shaddock o shaddok (in inglese), pummelo, pompaleone, pommelo e pamplemousse. Nell’aspetto esteriore, assomiglia a un grosso limone verde, dalla forma a pera.

Come la maggior parte degli agrumi, il pomelo si mangia crudo, oppure trasformato in succo, marmellata, frutta candita, gelatina.  È un frutto ricco di sostanze utili per l’organismo, per cui ci sono tanti motivi per mangiare il pomelo:

1) Vitamine e sali minerali. Il pomelo contiene notevoli quantità di vitamine, in particolare la vitamina C, ed è ricco di ricco di minerali, soprattutto potassio e rame.

2) Fibre. Il pomelo fornisce circa 6 grammi di fibre, dunque un quarto rispetto al fabbisogno giornaliero medio. Soprattutto. le sue sono fibre non solubili, particolarmente valide per favorire il funzionamento intestinale.

3) Ipocalorico. Un frutto medio (circa 600 grammi) contiene 230 calorie, dunque è un alimento ipocalorico perfetto per le diete dimagranti, anche perché, grazie al suo contenuto di proteine e fibre, aiuta a mantenere a lungo il senso di sazietà.

4) Antiossidanti. È un frutto ricco di antiossidanti, utili per combattere i radicali liberi e riparare i danni cellulari. Per questo, ha anche proprietà anti-age: non solo rende la pelle più elastica, ma riduce la produzione di melanina, contribuendo così a prevenire le macchie solari.

5) Antibatterico e antimicotico. La buccia del pomelo contiene olii essenziali con proprietà antibatteriche e antifungine, poiché rallentano la crescita dei batteri.