Questo scienziato fotografa il cibo congelato a -70 gradi

Questo scienziato fotografa il cibo congelato a -70 gradi - Foto 1Nutella congelataQuesto scienziato fotografa il cibo congelato a -70 gradi - Foto 2Pane e marmellataQuesto scienziato fotografa il cibo congelato a -70 gradi - Foto 3RacletteQuesto scienziato fotografa il cibo congelato a -70 gradi - Foto 4Spaghetti congelatiQuesto scienziato fotografa il cibo congelato a -70 gradi - Foto 5Spaghetti congelatiQuesto scienziato fotografa il cibo congelato a -70 gradi - Foto 6Uova congelateQuesto scienziato fotografa il cibo congelato a -70 gradi - Foto 7Uova congelate
Questo scienziato fotografa il cibo congelato a -70 gradi
Rating 2 Voti

Sicuramente qualcuno di voi avrà desiderato, almeno una volta nella vita, di trasferirsi al polo, ma vi siete mai chiesti cosa comportano temperature così rigide? Questo scienziato, fotografando il cibo congelato a -70 gradi, ha svelato una piccola parte del mistero.

Cyprien Verseux è uno scienziato francese – per la precisione un astrobiologo – che fa parte della missione Concordia al Polo Sud, con temperature rigidissime che vanno dai -80 gradi della stagione invernale ai -45 dell’estate. Quasi per caso, Verseux ha sperimentato quanto sia difficile, se non impossibile, cucinare e mangiare con -70 gradi e ha condiviso sul profilo Twitter alcune foto per documentare la “scoperta”. Il risultato? Una porzione di spaghetti congelati all’istante, Nutella impossibile da spalmare sul pane, marmellata cristallizzata, insomma tutti cibi divertenti da vedere ma impossibili da mangiare.

Nella nostra gallery, le foto più bizzarre dei cibi congelati immortalati dallo scienziato.

Credit: Twitter@CyprienVerseux